Ricevi aggiornamenti gratuiti tramite WhatsApp, scrivi “notizie ok” al + 39 392 22 80 224

Made Appalti

Circolare MIT il commento dell'Avv. Andrea Di Leo

Circolare MIT e Sospensione delle gare

Si è acceso un dibattito – più che comprensibile – sulla circolare MIT in punto di applicabilità dell’art. 103 del DL 17/2020 alle procedure di gara.

Ne hanno parlato in Legal Team, qui l’articolo a firma di Andrea Di Leo clicca 

Qualche riflessione a caldo (*sulla quale è ben possibile confrontarci, ovviamente!*)

1. Ambito soggettivo ed oggettivo.

Non convince il ragionamento che, muovendo dalla lista dei soggetti in indirizzo della Circolare, vorrebbe limitare la stessa solo a tali stazioni appaltanti (FS, ANAS, RFI).

E’ vero che la Circolare è stata adottata in risposta a una richiesta di chiarimenti delle SA dipendenti/vigilate da MIT, ma resta la circostanza che l’art. 103 si riferisce a tutti i procedimenti amministrativi.

Non pare dubitabile che tra questi rientrino anche le procedure di gara (che sono un procedimento amministrativo). D’altra parte l’art. 103 esclude espressamente solo taluni procedimenti.

2. Portata della circolare

Ricordiamolo: le circolari non sono un atto vincolante e non costituiscono una “fonte del diritto”. Si tratta solo di una interpretazione che, per quanto autorevole, resta rimessa all’autonomia delle singole PA (addirittura di quelle alle quali la Circolare stessa è stata inviata).

3. Effetti.

La Circolare “lascia” un significativo “margine di valutazione” alle SA, in linea con il secondo periodo del co. 1 dell’art. 103, con particolare riguardo ai procedimenti urgenti, tra cui ovviamente le forniture in ambito sanitario, le opere pubbliche, etc. ( “Le pubbliche amministrazioni adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti, con priorità per quelli da considerare urgenti (…)”).

In tal senso, possiamo allora “concludere” nel senso che i procedimenti amministrativi – tra cui le procedure ad evidenza pubblica – sono sospesi salvo urgenza e salvo, soprattutto, adozione di misure idonee a consentirne la prosecuzione.

Dunque la “non sospensione” non è automatica – salvo le ipotesi espressamente fatte salve dall’art. 103 stesso – ma occorre, per evitare la stessa una valutazione e determinazione specifica, caso per caso da parte delle PA/SA (se del caso, potremmo immaginare, anche con atti a carattere generale).

*Certo è che, in un quadro del genere, la soluzione più opportuna, quanto ai procedimenti di gara, è quello di presentare specifica istanza volta a far prendere espressa posizione alla SA*.

Avv. Andrea Di Leo

 

Ti potrebbe interessare:
prova