Ricevi aggiornamenti gratuiti tramite WhatsApp, scrivi “notizie ok” al + 39 392 22 80 224

Made Appalti

La capogruppo può avere una percentuale minore rispetto alla mandante

quote dell'ati verticale

TAR CAGLIARI 150/2020

leggi l’intera sentenza

11. Deve pertanto ritenersi che nei raggruppamenti misti, ai fini di una legittima partecipazione alla gara, la capogruppo mandataria debba essere qualificata ed eseguire i lavori in misura maggioritaria in relazione alla categoria prevalente indipendentemente e a prescindere dal fatto che esista, eventualmente, nel medesimo raggruppamento, un’altra impresa mandante che esegua prestazioni relative a una o più categorie scorporabili, il cui valore complessivo sia superiore a quello dei lavori svolti dalla stessa mandataria.

12. Tale interpretazione trova conferma nell’art. 92 del D.P.R. n. 207/2010, tutt’ora vigente in via transitoria ai sensi dell’art. 216, comma 15, del Decreto Legislativo n. 50/2016.

In particolare tale disposizione, al 3° comma, riferito ai raggruppamenti verticali, stabilendo che “…i requisiti di qualificazione economico-finanziari e tecnico-organizzativi sono posseduti dalla mandataria nella categoria prevalente”, ha voluto confermare che nei raggruppamenti misti la mandataria è identificata non sotto il profilo quantitativo ma sotto quello qualitativo, e cioè come l’impresa che esegue le lavorazioni di cui alla categoria prevalente (ossia la categoria di lavori, generale o specializzata, di importo più elevato fra le categorie costituenti l’intervento e indicate nei documenti di gara, secondo la definizione dell’art. 3, 3, lett. oo bis del D.Lgs. n. 50/2016).

 

la sentenza è stata impugnata al Consiglio di Stato, che con l’ordinanza 3587/2020 ha sospeso l’esecutività della stessa.

Ti potrebbe interessare:
prova