Ricevi aggiornamenti gratuiti tramite WhatsApp, scrivi “notizie ok” al + 39 392 22 80 224

Made Appalti

Tutto quello che c’è da sapere su Superbonus 110%

Il Superbonus 110% è un’agevolazione prevista che il governo ha inserito nel Decreto Rilancio ed aumenta al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Gli interventi che possono usufruire del bonus si distinguono in “interventi trainanti” che sono necessari ed indispensabili per l’ottenimento del beneficio fiscale al 110%, ed “interventi trainati” che possono beneficiare della detrazione solo in abbinamento ai primi. Gli “interventi trainanti” si dividono in varie categorie: l’isolamento termico (superfici verticali, superfici orizzontali e inclinati), sostituzione di impianti climatizzazione (caldaie a condensazione, pompe di calore a compressione di vapore elettriche) e adeguamento sismico. Gli “interventi trainati”, anche quest’ultimi si dividono nelle stesse categorie degli interventi trainanti ma per le parti comuni, inoltre si aggiungono anche la sostituzione degli infissi e schermature solari.

Del Superbonus 110% ne può usufruire un unità immobiliari indipendente, singole unità immobiliari e parti comuni di edifici, ma non ne possono usufruire i possessori appartenenti alle categorie castellari A1 (es. castelli, ville). Non è obbligatorio essere proprietari di un edificio per usufruire del Superbonus, possono ottenerlo i detentori contratto di locazione o i nudi proprietari a condizione di essere muniti del consenso all’esecuzione dei lavori da parte sia del proprietario che dei familiari del possessore o detentore. L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n.24/E, ha provveduto a fornire i primi chiarimenti interpretativi sul Superbonus del 110%, a partire dall’elenco dei soggetti che possono usufruire del beneficio.

Per la compilazione del modulo, l’invio dovrà essere effettuato in modalità telematica dal beneficiario e invece per il trasferimento del credito dovrà seguire l’accettazione da parte del cessionario o l’ulteriore cessione a soggetti terzi.

link circolare n.24/E

 

Ti potrebbe interessare:
prova